Festival dell’Autobiografia 2016

Si svolgerà nei primi quattro giorni di settembre la sesta edizione del Festival dell’Autobiografia di Anghiari, in provincia di Arezzo. “Il festival – scrivono gli organizzatori in una nota – ha l’obiettivo di promuovere e diffondere una cultura che valorizzi l’autobiografia e di conseguenza la persona che ne è al centro, partendo dall’idea che ognuno ha diritto ad una sua storia e a poterla raccontare”. Programma completo nel sito della Libera Università dell’Autobiografia.

banner sito - festival 2016

Come scrivere un’autobiografia

A Meldola, un comune della provincia di Forlì-Cesena, interessante iniziativa a cura della locale associazione che si occupa di trascrizione, conservazione, valorizzazione delle memorie locali: uno sportello di consulenza per chi vuole scrivere la storia della propria vita. Esperti della materia saranno a disposizione nella biblioteca comunale per aiutare nella realizzazione di un libro autobiografico. Ogni autore deciderà poi se tenere per sé oppure donare alla comunità il testo prodotto.

meldola

Laboratorio dell’autobiografia per bambini

laboratorio_autobiografia

A distanza di una quindicina d’anni dalla sua pubblicazione, ho il desidero di segnalare nuovamente un interessante libro dedicato al laboratorio autobiografico per bambini. Scritto da Patrizia Farello e Ferruccio Bianchi, pubblicato da Erickson nella collana I Materiali nel 2001, il libro, oltre ad un poderoso apparato teorico, contiene utili indicazioni per consentire agli alunni della scuole primarie e secondarie di raccontarsi attraverso varie tecniche, allo scopo di migliorare la conoscenza di sé e degli altri. Tutto questo contribuisce alla formazione di una propria identità, che insieme a quello formativo è uno degli scopi più importanti della scuola. Nel libro vengono proposte dodici unità di lavoro autobiografico, corredate di schede operative: il nome, la casa, la famiglia, i giochi, le vacanze e via discorrendo. Uno strumento davvero utile che può essere utilizzato anche in ambito familiare durante le vacanze.

Assegnato il Premio Comisso per la migliore biografia

La ragazza delle camelie. Vita e leggenda di Marie Duplessis“, di Julie Kavanagh, edito da Einaudi, ha vinto il premio come migliore biografia alla XXXIV edizione del Premio Letterario Comisso.  Il libro della scrittrice inglese, che attualmente cura l’inserto culturale dell’Economist, ha avuto la meglio sugli altri due prescelti dalla giuria tecnica presieduta da Rolando Damiani: “Cianfrusaglie del passato. La vita di Wisława Szymborska” di Anna Bikont e Joanna Szczęsna, edito da Adelphi e “Il coraggio dei giorni grigi. Vita di Giorgio Agosti” di Paolo Borgna, edito da Laterza. Sono state ben diciotto le biografie selezionate per il premio, un genere che riscuote sempre l’interesse del pubblico.

Qui si può leggere un estratto del libro.

kavanagh

Carta Carbone 2015

Sarò a Treviso, dal 15 al 18 ottobre 2015, per seguire la seconda edizione del festival letterario Carta Carbone, dedicato ad “Autobiografia & dintorni”. Molte le novità nel programma di quest’anno, e tra queste vale la pena di segnalare il Poetry Slam, in cui sarà il publico a decretare i vincitori, il Jukebooks, in cui verrà mandato in onda il libro preferito, e i Poster, in cui gli autori emergenti potranno presentare la propria opera. Ma come di consueto è l’autobiografia il tema centrale, e quindi saranno presenti laboratori di scrittura autobiografica e presentazione di libri su questo tema. Qui il programma interattivo.

CartaCarbone-2015

Festival dell’autobiografia 2015

Ad Anghiari, in provincia di Arezzo, si svolge in questi giorni (dal 3 al 6 settembre) la quinta edizione del Festival dell’autobiografia. Nel programma, piuttosto vasto, sono presenti incontri di approfondimento con ospiti internazionali, narrazioni di esperienze autobiografiche, presentazioni di testi, dialoghi con gli autori, teatro, musica ed altro ancora. La Libera Università dell’Autobiografia, fondata nel 1998 da Saverio Tutino e Duccio Demetrio si occupa di ricerca, diffusione e formazione della cultura della memoria in ogni ambito.

festival_autobiografia_2015

Un festival cinematografico dedicato alle biografie

Si svolge in questi giorni a Bologna, dal 5 al 15 giugno, l’undicesima edizione di Biografilm Festival, il festival cinematografico dedicato alle biografie, promosso dall’Associazione Culturale Fanatic About Festivals. Le proiezioni avvengono presso la Cineteca di Bologna e il tema scelto per quest’anno è “Vite connesse – Dalla fine della privacy al sapere collettivo”. Un programma molto ricco con anteprime cinematografiche, ospiti ed eventi musicali. Il Paese ospite di questa edizione è la Danimarca.

biografilm_festival

Tra romanzo e biografia

Sabato 6 giugno 2015, a partire dalle diciassette e trenta, presso il Chiostro Boccarini ad Amelia, in provincia di Terni, parteciperò ad uno degli incontri della manifestazione Giganti in Collina, curata dall’associazione Amelia Ciclopica. Wanda Marasco e Sandra Petrignani, insieme a Massimo Donà, parleranno di romanzo e biografia, di cosa significa raccontare una vita e quando questa può diventare una storia.

ciclopica

Festival della memoria

A Massa, dal 5 al 7 giugno prossimi (con anteprima il primo giugno), avrà luogo la prima edizione del Memofest, festival della memoria organizzato dall’associazione “Il giardino delle parole”. Partendo dalla constatazione che le nuove generazioni si stanno allontanando sempre più dalla storia, con la sua pesantezza comunicativa, si cercheranno nuove forme di comunicazione basate su linguaggi e strumenti diversi. Secondo il direttore artistico, Riccardo Ricciardi, occorre infatti rinnovare il concetto di memoria, declinandola in forme diverse. Ecco il programma: lunedì 1 giugno, alle 21.30, presso il Teatro Guglielmi, Federico Buffa con “Le olimpiadi del 1936”. Nel fine settimana, venerdì 5 giugno, alle 17, in piazza Mercurio, conferenza di Piergiorgio Odifreddi dedicata alle tecniche di memorizzazione. A seguire, alle 19, conferenza di Roberto Settembre, che ripercorrerà i tragici fatti di Bolzaneto. Lo stesso giorno, alle 21.30, presso il Castello Malapina, reading in musica di Vinicio Capossela “Il paese dei coppoloni”. Il giorno dopo, sabato 6 giugno, alle 18 in piazza Mercurio Fabio Menfenati parlerà dei meccanismi della memoria dal punto di vista scientifico, mentre alle 22 ci sarà spazio per i più giovani con la musica al Castello Malaspina. Un’ora prima, alle 21, a Palazzo Ducale ci sarà una iniziativa di Unicoop Tirreno, in occasione del settantesimo anniversario. L’ultimo giorno, domenica 7 giugno, alle ore 18 in Piazza Mercurio, il professor Luigi Mascilli Migliorini parlerà del progetto della biblioteca condivisa del Mediterraneo e alle 21 al Castello Malaspino monologo di Silvia Gallerano. Durante tutta la durata del festival, giochi di memoria per i più piccoli.

biblioteca